OMAGGIO per inserimento in newsletter OMAGGIO: Se il tuo indirizzo email e' presente nella nostra newsletter al momento dell'ordine, con il tuo ordine riceverai in omaggio questo prodotto: Coppia Microcuffie Cuffie auricolari Stereo per MP3 Iphone Ipod e tutti i sistemi digitali portatili, verifica subito se sei registrato alla newsletter, oppure registrati subito prima di terminare l'ordine. Controlla clicca qui.
RAEE
LOGO RAEE
ECO CONTRIBUTO RAEE


I Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) sono rifiuti di interesse particolare.
Questi tipi di rifiuti consistono in qualsiasi apparecchiatura elettrico o elettronica di cui il possessore voglia disfarsi, in quanto inutilizzata, obsoleta, guasta.

Il Decreto RAEE attribuisce ai produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE) la responsabilità di finanziare e gestire la raccolta ed il trattamento dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE).

L’aspetto più innovativo introdotto dal Decreto RAEE è rappresentato dal fatto che il ritiro dei RAEE dai centri di raccolta, il loro trasporto a centri di trattamento ed il trattamento stesso non saranno più a carico degli enti locali, ma saranno gestiti dai produttori di AEE attraverso la partecipazione a idonei sistemi collettivi (ad esempio Consorzi).


Definizioni:
AEE: apparecchiature elettriche ed elettroniche così come definite dall’art. 3 del Dlgs 151/2005
RAEE: rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, ovvero AEE giunte alle fine del loro ciclo
di vita.
ECR: eco-contributo RAEE

L’ECO-CONTRIBUTO RAEE (ECR) é la modalità scelta dai sistemi collettivi (Consorzi) per coprire, a norma dell’art. 10,, comma 2 del Dlgs 151/2005 i costi di raccolta, trattamento, recupero e smaltimento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche domestici storici. Si
definiscono “RAEE storici” le apparecchiature immesse sul mercato fino al 31 dicembre 2008 una volta giunte a fine vita.
Il meccanismo dell’ECR, nel suo complesso, distribuisce tra i Produttori di apparecchiature attualmente presenti sul mercato i costi di raccolta, trattamento e recupero delle apparecchiature già immesse come nuove, ma diventate rifiuti nel periodo di riferimento considerato. Il Produttore di
apparecchiature elettriche ed elettroniche si accolla, in proporzione alle quote di mercato che rappresenta, una parte di questi costi.
Non c’è quindi una perfetta corrispondenza tra quanto effettivamente venduto negli anni precedenti all’entrata in vigore del Dlgs 151/2005 e quanto pagato oggi per il recupero delle medesime apparecchiature.

I problemi che derivano da questo tipo di rifiuti sono veramente pericolosi, infatti questi rifiuti contengono sostanze tossiche e corrosive per l'ambiente e non biodegradabili, proprio per la natura elettronica che hanno.
Il crescere della diffusione di questi tipi di prodotti, ha determinato un rischio sempre maggiore per l'ambiente, per le discariche e i termovalorizzatori.

Per ovviare a questi problemi ci sono delle direttive che regolano le fasi di progettazzione e smaltimento dei prodotti elettronici.

Gli obiettivi di questo sistema di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche è quello di minimizzare l'inquinamento da rifiuti di questo tipo.

Il Decreto Legislativo 25 Luglio 2005, n°151 stabilisce misure e procedure finalizzate a:

a) prevenire la produzione di rifiuti di apparecchie elettriche ed elettroniche, denominate RAEE;
b) promuovere il reimpiego, il riciclaggio e le altre forme di recupero dei RAEE, in modo da ridurne la quantità da avviare allo smaltimento;
c) migliorare, sotto il profilo ambientale, l'intervento dei soggetti che partecipano al ciclo di vita delle apparecchiature, quali, ad esempio, i produttori, i distributori, i consumatori e, in particolare, gli operatori direttamente coinvolti nel trattamento dei RAEE;
d) ridurre l'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.



Il Decreto Legislativo n. 151 del 25 luglio 2005 - detto anche Decreto RAEE - recepisce in Italia la Direttiva Europea 2002/96/CE.

La Sirge adotta, da sempre, una politia proiettata alla sostenibilità ambientale, essendo inscritta al REGISTRO NAZIONALE DEI PRODUTTORI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE (n° IT08020000002600) e sottoscrivendo gli obblighi dalla stessa imposti attraverso il consorzio "APIRAEE" a cui i clienti potreanno rivolgersi per ovviare a qualsiasi dubbio.

Consorzio API RAEE

Logo RAEE

Il logo RAEE, se apposto, indica l'impossibilità dell'articolo ad essere smaltito come comune rifiuto urbano.

Per Rivenditori e Distributori

Il Consorzio APIRAEE ha definito, per ciascuna delle tipologie di RAEE domestico identificate dall’allegato 1B del Dlgs 151/2005, un importo unitario del contributo per singola apparecchiatura. Le categorie di AEE e gli importi unitari sono riepilogati nella Tabella Eco-Contributi.
Il contributo complessivo si calcola moltiplicando, per ogni categoria di apparecchiatura, l’importo unitario per il numero delle nuove apparecchiature immesse sul mercato in un certo intervallo di tempo (mese, trimestre, semestre, anno solare).

Il Dlgs 151/2005 non pone alcun obbligo (ma solo la possibilità) di evidenziare l’ECR nei documenti contabili. Ai sensi della normativa vigente il Produttore può decidere autonomamente se:
- evidenziare il contributo nella fattura di cessione dell’apparecchiatura (in tal caso il contributo va assoggettato ad IVA, come determinato dalla Risoluzione 55/2007 dell’Agenzia delle entrate);
- internalizzare il contributo nel prezzo complessivo dell’apparecchiatura;
- non ribaltare sul prezzo il contributo ma internalizzare il costo con conseguente riduzione dei margini di guadagno.

I Sistemi Collettivi possono fornire indicazioni, ma non sono legittimati ad imporre ai Consorziati un comportamento univoco, comportamento cui peraltro sono tenuti ad uniformarsi i successivi soggetti della catena distributiva. Pertanto, la presente Guida non fornisce indicazioni specifiche su
come applicare l’Eco-Contributo, limitandosi a fornire orientamenti di carattere generale.

Per i Consorziati che decidano di evidenziare l’ECR in fattura si consiglia di utilizzare la dicitura “ECO-CONTRIBUTO RAEE” ed indicare l’importo unitario (al netto dell’ Iva) desunto dalla Tabella Eco-Contributi.
La dicitura “Eco-Contributo RAEE assolto/incluso” può essere utile per indicare che l’importo dell’ECR è stato assorbito nel prezzo di vendita dell’apparecchiatura, ma non ha alcun carattere di obbligatorietà.

TABELLA ECO-CONTRIBUTI


Per saperne di più ecco i link di interesse:
CONSORZIO APIRAEE
RIFERIMENTI APPLICATIVI RAEE

TABELLA COMPLETA ECO-CONTRIBUTI
DESCRETO LEGISLATIVO
GUIDA EUROPEA ALL'APPLICAZIONE DEL RAEE/ROSH  
Carrello - Vuoto
ACQUISTA SUBITO!
anche senza registrazione
Evidenza
Impastatrice Planetaria Automatica 5 Litri
Impastatrice Planetaria Automatica 5L 1,9Kg con MOTORE POWER PLUS 800W in DC e programma start e stop automatico - 3 fruste
€149,99 €79,99 Sconto 46 %
Evidenza
Friggitrice ad Aria Automatica Forno Multifunzione Turbo Ventilato cottura senza olio
Friggitrice ad Aria Digitale Automatica Turbo Forno Multifunzione Ventilato cottura senza olio e grassi Max 1400 Watt
€199,99 €99,99
- 50 %
Ultima Novità
Macchina per pasta fresca fatta in Casa Automatica e Digitale impasta e produce la Pasta PASTAMAGIC
Macchina Automatica per fare la pasta fresca in casa 300 Watt - 10 tipi di pasta + Ravioli
€149,99 €99,99
SCONTO 33 %
Contatti
skype sirge email sirge GMAIL GTAL HANGOUT contatto sirge
assistenza sirge +39.011.93.19.845
cellulare sirge +39.327.01.27.162
telefono sirge +39.011.93.48.893
fax sirge +39.011.93.42.000
whatsapp sirge +39.327.01.27.162
Ordine Telefonico
FeedBack Certificati
Partners
Presente su ShoppyDoo Presente su TrovaPrezzi Presente su ShopMania
Presente su Ciao Presente su Bestshopping Presente su WillyFogg
Presente su TopNegozi Presente su TrovaOfferte Presente su CliccaPrezzi
Presente su Ilpiubasso Presente su Lamtalia Presente su Idealo